Ispettorato forestale e ricerca archeologica


Alla fine del XIX secolo, il governo francese emanò una legislazione che obbligava molte persone a lasciare Parigi ea stabilirsi nelle zone rurali.

Questa nuova legge è stata la risposta al problema emergente della deforestazione in Francia. Il governo voleva che le persone vivessero nelle zone rurali in modo che potessero prendersi cura meglio di alberi, piante e altre risorse naturali.

Gli ispettori forestali responsabili dell’applicazione di queste leggi risiedevano principalmente in piccole città. Trascorrevano il loro tempo camminando attraverso le foreste, raccogliendo dati sulle loro condizioni e, soprattutto, assicurandosi che nessuno interferisse con loro.

L’ispettorato forestale è una parte importante della conservazione e della protezione dell’ambiente naturale, nonché della cura delle comunità locali.

La ricerca archeologica è stata una parte cruciale della comprensione del passato dell’umanità. Senza questa ricerca, non conosceremmo le civiltà antiche o le loro culture.

L’Ispettorato forestale è responsabile della gestione, della protezione e dell’uso sostenibile delle foreste in Irlanda. È stato istituito ai sensi del Forestry Act 1946.

Il Forestry Act 2016 ha conferito al Dipartimento dell’agricoltura, dell’alimentazione e della marina il potere di prevedere un nuovo ispettorato forestale e di provvedere alla ricerca archeologica relativa alla silvicoltura. I poteri conferiti dalla presente sezione sono conferiti mediante emendamenti all’Allegato 2 di tale legge.

L’Ispettorato forestale ha il compito di gestire le foreste e di assicurarsi che vengano utilizzate in modo sostenibile. Anche le foreste sono una parte importante del nostro patrimonio culturale. Ci forniscono legna, legna da ardere e legname per la costruzione di case, nonché cibo per animali e persone.

La ricerca archeologica aiuta a saperne di più su ciò che è accaduto in passato e i loro resti possono darci molte informazioni su come vivevano le persone molti anni fa.

L’Ispettorato forestale è responsabile dell’amministrazione delle foreste, della conservazione e dell’uso sostenibile delle risorse forestali. La ricerca archeologica è svolta da specialisti che, insieme all’Ispettorato forestale e ad altri enti della pubblica amministrazione, valuta i siti archeologici al fine di individuarne il significato. Le due istituzioni lavorano a stretto contatto per proteggere il ricco patrimonio italiano da scavi e saccheggi illegali.

L’Italia possiede uno dei patrimoni archeologici più ricchi d’Europa. La maggior parte delle regioni italiane ha individuato siti archeologici protetti da una specifica legge contro gli scavi illeciti. Ogni anno vengono sequestrati sul mercato italiano più di duemila oggetti di scavo illegale per un valore complessivo prossimo ai 18 milioni di euro.

L’ispettorato forestale e la ricerca archeologica è una rivista che pubblica articoli sul tema della gestione forestale, dell’ecologia e dell’archeologia. La rivista pubblica articoli sul rapporto tra foreste e persone, la gestione delle foreste, la protezione delle foreste insieme alla protezione dell’ambiente in generale. Copre anche la ricerca sulla preistoria per fornire informazioni sulle società umane di periodi diversi.

L’ispettorato forestale e la ricerca archeologica è pubblicato da Taylor & Francis Group.